L’Aloe Vera per l’acne

Sapevi che l’Aloe Vera per l’acne può essere un fantastico rimedio?

Aloe Vera per l'acne

L’acne di solito si sviluppa come conseguenza della sovrapproduzione di sebo all’interno della pelle.

Il sebo ostruisce i pori rendendo la pelle un terreno fertile per i batteri.

I batteri intrappolati all’interno delle ghiandole sebacee innescano una risposta immunitaria che crea punti neri, brufoli, pustole, noduli ed in casi in avanzati cisti.

Aloe Vera per l’acne: trattamento esterno.

Applicato esternamente, l’aloe vera può dare ottimi risultati.

Le potenti sostanze naturali antibatteriche e antisettiche in essa contenute sono infatti ben note per accelerare il processo di recupero della pelle e stimolare il sistema immunitario del corpo. 

L’Aloe Vera per l’acne funziona sia come anti-infiammatorio che come agente idratante.

Per questo motivo, il gel che viene estratto da questa pianta sempreverde è stato ampiamente utilizzato per il trattamento di ferite, tagli, infezioni della pelle o ustioni ed è considerato come uno dei rimedi più validi anche per il trattamento dell’acne.

Il gel di aloe vera viene assorbito dalla pelle senza lasciare alcuna traccia o intasare i pori.

Per le sue proprietà antibatteriche e antisettiche, allevia l’infiammazione, il gonfiore e l’arrossamento associati all’acne.

Inoltre, la proprietà astringente del gel contribuirà a ridurre l’eccessiva produzione di grasso della pelle.

Aloe Vera per l’acne: trattamento interno.

E’ ben noto che una delle cause principali dell’acne è un indebolimento del sistema immunitario causato da una carenza di vitamine o un accumulo di tossine all’interno del corpo.

Consumare un succo di aloe vera di buona qualità può fare miracoli non solo per i vostri problemi di acne, ma può aiutare a migliorare la vostra salute in generale.

Il gel di aloe vera aiuta l’organismo a liberarsi dai materiali di scarto, le tossine e batteri dal vostro sistema digestivo.

Ciò permette di assorbire correttamente i nutrienti importanti.

Bere puro succo di aloe vera per l’acne, è uno dei metodi più efficaci.

Inoltre, i suoi ingredienti preziosi includono l’acemannano.

Questo promuove lo sviluppo dei globuli bianchi del sangue per aiutare il corpo a combattere batteri, i virus e le sostanze tossiche.

Se vuoi rimanere in contatto, ti invito ad iscriverti alla mia Community.

Acquista diventando Cliente Club.

Spese di spedizione gratuite per il primo ordine di almeno 50 euro.

Consegna in sole 24 ore tramite corriere espresso.

Bottone acquista

 

 




La prevenzione oggi

Prevenire è un concetto a 360 gradi che prende in considerazione lo stile di vita e il rapporto dell’uomo con l’ambiente in cui vive, quindi va a influenzare il suo comportamento. Per fare questo, occorre “educare” la persona e renderla consapevole che le proprie abitudini influiscono direttamente sulla salute propria e di riflesso anche su tutta la collettività.

I periodi della vita

Dalla nascita alla pubertà

Madre natura fornisce di regola a ogni bambino il massimo livello possibile di salute. Sta all’adulto saperlo preservare con comportamenti corretti e consapevoli, oppure rovinarlo creando le basi per problemi futuri.

Nei primi anni di vita, l’organismo è impegnato a crescere e a fortificarsi.

Non si possono sottovalutare gli ottimi effetti di una buona gravidanza sulla salute psico-fisica del nascituro. Non solo la madre deve prestare attenzione alla propria alimentazione, ma tutto lo stile di vita deve essere rivisto alla luce del figlio.

Altro elemento di fondamentale importanza è l’alimentazione, sia della madre che del bambino.

Bisogna aver presente che con l’alimentazione si costruisce la qualità dei tessuti del corpo, la sua resistenza e la sua forza, la sua capacità di perdurare nel tempo.

L’adolescenza

Troviamo giovani con problemi fisici, sovrappeso, intolleranze alimentari, carie etc. Questi problemi sono dovuti principalmente ad un’errata alimentazione, troppo povera di frutta e verdura e troppo carica di proteine animali, grassi saturi, zuccheri e cereali raffinati.

Una corretta alimentazione rimane un caposaldo fondamentale per la salute per tutto il corso della vita. In questa fase di vita è anche fondamentale l’attività fisica. Mentre il bambino si muove continuamente, il giovane, già a scuola, inizia a rimanere seduto per molte ore al giorno.

Ad aumentare la sedentarietà contribuiscono anche la televisione (4,5 ore al giorno come media) ed il computer (2,5 ore al giorno).

L’attività fisica permette al corpo di mantenersi in salute, perché “brucia” le tossine e rinforza tutto il sistema immunitario oltre tutto l’organismo in generale.

Per il giovane, l’interesse principale potrebbe essere lo sport (non agonistico perché troppo intenso), occasione anche per sviluppare doti morali e interiori, come la tenacia, la forza, l’amicizia, la costanza e così via.

Terzo e ultimo fattore importante diviene l’ambiente in cui si vive, perché ora più che mai l’inquinamento ambientale, in ogni sua forma, diventa deleterio per la salute.

L’adulto fino a 40 anni

Nell’uomo adulto ormai la struttura psico-fisica è completamente formata, e il compito consiste ora nel mantenerla in salute difendendola dalle minacce dell’ambiente esterno.

L’alimentazione, come già detto, rimane un pilastro fondamentale. Rispetto al giovane, diminuisce la necessità di proteine e aumenta quella di carboidrati complessi per far fronte a uno stile di vita in cui diminuisce la componente del movimento fisico ed aumenta quella dell’attività intellettuale.

L’ambiente assume un ruolo sempre più centrale. L’adulto, a contatto con molteplici fonti di inquinamento dovute alla propria attività professionale e alla vita in generale, necessita di una maggiore protezione.

In questa fase di vita si pone maggiormente in primo piano la salute psichica e difatti è ora che iniziano i primi sintomi di malessere.

Le relazioni con gli altri hanno un ruolo fondamentale per il benessere generale, così come la capacità di gestire le proprie emozioni. Una relazione sentimentale appagantee in grado di aprire le persone alle profondità del  proprio essere, è una medicina eccezionale.

Se poi questa relazione viene inserita nel contesto più ampio della famiglia e dei figli, si creano veramente le condizioni ottimali di salute.

La nostra società, imperniata eccessivamente su valori individualistici, sottovaluta l’importanza della famiglia in generale.

Se da un lato di perde una considerevole quantità di libertà personale, dall’altro si acquista la reale possibilità di essere felici.

Dai 40 ai 60 anni

Dal punto di vista della salute, questa è la fase più critica, perché iniziando l’invecchiamento si manifestano i problemi fisici da cui origina la perdita del benessere. Qui, potremmo dire, si pagano gli errori della gioventù.

Lo stile di vita sempre più sedentario richiede un’alimentazione più leggera, basata su frutta, verdura, pochissimi zuccheri, grassi e proteine. Lo scopo è di non appesantire l’organismo che inizia a risentire della perdita di forza fisica.

In questa direzione vanno anche tutta una serie di pratiche di purificazione, come i digiuni, la detossinazione, la pulizia dell’intestino e così via, azioni finalizzate ad aiutare il corpo a ripulirsi dalle tossine accumulate che sono la principale fonte di malattie.

L’attività fisica intensa viene sostituita con un’attività motoria moderata, come il camminare ogni giorno per almeno un’ora. Il corpo tende a perdere le sue forze e occorre aiutarlo a ripristinarle.

L’anziano

Nell’antichità questo periodo era definito invece “Età dell’oro”’ o anche “Età della saggezza” proprio ad indicare quel meraviglioso processo umano che è l’evoluzione, che inizia con il bambino completamente inconsapevole di sé e termina con l’anziano saggio che ha compreso la vita.

Sembra che gli anziani debbano per forza di natura essere malati, non è assolutamente vero, infatti la questione da chiarire è se la malattia debba per forza apparire.

Le malattie giungono quasi inesorabilmente perché sono il frutto dell’accumulo di tossine, radicali liberi e cattive abitudini sia alimentari sia di stili di vita errati nel corso della vita.

Conclusioni

A ben vedere, riuscire a vivere la vita in salute è un compito arduo che richiede impegno sin dai primi anni di vita. La salute è una condizione naturale di ogni essere vivente ed è solo con propri errori (e quelli altrui) che accade frequentemente di perderla.

Va considerato che non sempre è possibile mettere in pratica quanto esposto in precedenza. Al giorno d’oggi dobbiamo fare i conti con due fattori di primaria importanza come l’ambiente e la qualità dei cibi che sono fortemente denaturati.

L’ambiente è inquinato e carico di agenti nocivi e il cibo ha scarsa validità nutrizionale in quanto, a causa delle coltivazioni e degli allevamenti intensivi, carente di nutrienti sia per qualità che per quantità degli stessi.

È obbligatorio oggi, per mantenere o per ripristinare il benessere, lo stato di salute e una buona qualità di vita, integrare l’alimentazione con prodotti di alta qualità, progettati in maniera mirata per raggiungere lo scopo prefisso.

A fine 2011 e inizio 2012 questo articolo vi spiega lo spirito scientifico della formazione che abbiamo fatto insieme e che faremo in futuro.

Concludete il 2011 “alla grande” e iniziate il 2012 in maniera fantastica. Continueremo il nostro percorso sempre più in profondità.

Intanto VOLATE IN ALTO

Auguri

Dr. Mariscoli

Consulente Industriale per il Farmaco, Procuratore presso il Ministero della Salute per Farmaci, Cosmetici, Dispositivi medici, Integratori alimentari e Veterinaria, Consulente scientifico Forever Living Products Italy.

Tratto dal Notiziario di Gennaio/Febbraio 2012 della Forever Living Products